Home Anime The Lost Yu-Gi-Oh! Serie La maggior parte dei fan non ha visto

The Lost Yu-Gi-Oh! Serie La maggior parte dei fan non ha visto

0
The Lost Yu-Gi-Oh! Serie La maggior parte dei fan non ha visto

Il 18 aprile 2000, Kids WB ha trasmesso il primo episodio di yu-gi-oh! La serie ruotava attorno a un ragazzo di nome Yugi Moto, un giocatore di Master Card della immaginaria Mostri da duello del gioco di carte. Da allora il gioco delle carte Duel Monsters è diventato un favorito del torneo nel mondo reale e la serie è diventata sempre più popolare con il passare degli anni.

È il tipo di successo che diventa leggendario, poiché raramente il mondo vede un cartone animato generare un’ossessione per la cultura per tutta la vita. E se te lo dicessi però che quando l’America ha avuto il loro primo assaggio di yu-gi-oh! non stavano guardando il primo episodio? E se ti dicessi che esisteva una serie in precedenza in Giappone che non era mai stata portata e non si concentra sul gioco delle carte quasi quanto ti aspetteresti. Dal momento che il franchise è definito dalle battaglie Epic Card, cos’è questa serie persa di yu-gi-oh! Esattamente?!

La vera origine di Yu-Gi-Oh!

Il manga yu-gi-oh! è stato presentato per la prima volta nel 1996 in weekly shounen jump . È stato scritto e disegnato da Kazuki Takahashi, che si è ispirato ai film di fumetti horror e mostri. Il suo obiettivo originale era quello di scrivere un “manga spaventoso” in cui i lettori che amano l’azione di Jump potevano entrare. La storia ruotava attorno a un ragazzo di nome Yugi Moto, che stava tentando di mettere insieme il misterioso puzzle del millennio.

Quando il puzzle viene risolto, risveglia uno spirito oscuro all’interno di Yugi – un antico faraone – che prende vita per risolvere vari conflitti con giochi che coinvolgono il gioco d’azzardo e la morte. La serie non è stata esattamente un successo in fuga, ma i redattori della rivista l’ha adorato, e c’era uno studio di animazione che sentiva che avesse i blocchi di costruzione di quello che poteva essere un anime di successo: Toei Animation.

Yu-gi-oh! Diventa un anime

yu-gi-oh! è stato presentato in anteprima in TV Asahi il 4 aprile 1998. A causa del tempo di sviluppo necessario per animare una serie invece di disegnare un manga, ci sono stati problemi. Il primo è che l’animazione ha imitato lo stile artistico più ruvido di Takahashi nei primi giorni e di conseguenza sembrava piuttosto scarso. Mentre molte delle precedenti serie di Toei avevano elementi oscuri per loro, fare un anime basato su un manga horror non era esattamente la cosa più adatta ai bambini da fare. Sailor Moon potrebbe aver avuto mostri spaventosi, ma il mondo di Usagi era altrimenti luminoso e allegro.

Leggi anche  Tokyo Revventators: Età, altezza e compleanno di ogni personaggio principale

Al contrario, yu-gi-oh! era oscuro e cupo, con “punizioni” spinte sui nemici di Yugi che a volte erano sadici borderline. Per rendere le cose più pazzi, l’ambiente egiziano degli articoli del Millennium riguardava mummie, sensitivi e spettri. Mentre era facile fare il tifo per Goku o Sailor Moon, per natura di Yugi che avesse una “forma oscura”, ha reso il pubblico una percezione un po ‘più complessa, e molti spettatori avevano difficoltà a decidere se fosse un antieroe o un cattivo .

Questi erano tutti ostacoli che l’anime stava affrontando nell’attirare gli spettatori, ma c’era un problema in particolare che rendeva yu-gi-oh! una vendita difficile al pubblico: i cambiamenti che stavano accadendo al manga. Cambiamenti che hanno iniziato a verificarsi molto tempo dopo che lo spettacolo è entrato in produzione.

Duel Monsters è il nome del gioco

Se c’era un’esca per il yu-gi-oh! manga, sarebbero i giochi ombra lo spirito oscuro che abitava il corpo di Yugi giocava con i suoi nemici. La maggior parte di loro ha coinvolto oggetti di scena non per bambini come coltelli, pistole e benzina. Le cose sono diventate interessanti quando Yugi ha incontrato e sfidato il giovane di nome Kaiba in una partita. Il gioco prevedeva le carte note come “Shadows and Monsters”, e questo prevedeva l’attenzione dei lettori a due capitamenti che catturava i lettori.

Ciò che si è distinto è stato il fatto che, come parte del “Game Shadow”, i mostri si sono riuniti sul tavolo per darci via Visual Splendor. Ciò ha colpito un accordo con i lettori e hanno iniziato a scrivere agli editori chiedendo come si chiamava il gioco delle carte che stavano giocando. Sentendo un’opportunità, Takahashi e i suoi redattori sono tornati al tavolo da disegno e reintrodotti il ​​concetto un anno dopo come “Duel Monsters”, il gioco ufficiale di yu-gi-oh!

Una visione diversa per yu-gi-oh! Emerge

Ciò che ha davvero iniziato a ferire l’anime è stato che quando la serie stava trasmettendo il manga si stava evolvendo in una bestia molto diversa da quella che aveva iniziato. Mentre gli Shadow Games erano ancora giocati, Takahashi si appoggiava maggiormente all’aspetto della battaglia delle carte. Il manga stava diventando più divertente e meno riempitivo dell’orrore rispetto alla serie TV, a cui gli spettatori non rispondevano bene.

Leggi anche  One Piece: zoro's 1,111 miliardi di bacche di bacche, spiegato

È diventato chiaro ad un certo punto che l’anime yu-gi-oh! era fallito. Per testare le acque su episodi futuri, Toei ha prodotto quello che oggi sarebbe noto come un “riavvio morbido” con un film di trenta minuti prodotto per festival di animazione. A differenza della serie TV, assomigliava alle storie incentrate sulle carte delle storie di manga successive e aveva un’animazione molto migliore. Il problema era che il film non è stato accolto meglio dai fan del manga, e c’erano sentimenti da parte della direzione del TOEI che il franchise non era salvabile.

Sul lato manga Takahashi e i suoi redattori stavano riorganizzando la serie per lanciare un gioco di carte e aveva bisogno di uno spettacolo che lo avrebbe venduto. Intorno a questo periodo TOEI aveva firmato per creare un nuovo anime chiamato One Piece e con nessuna delle due parti felici dei risultati di yu-gi-oh! , le due parti hanno deciso per separarsi reciprocamente. yu-gi-oh! verrebbe rilasciato su VHS ma non avrebbe mai avuto un rilascio di DVD. Non è stato invio dal 1999 e non è stato fatto alcun tentativo di portare la serie in altri paesi in modo legale.

Nel frattempo Takahashi e i suoi redattori hanno deciso di creare un nuovo anime yu-gi-oh! . Hanno collaborato con Gallop e TV Tokyo per produrre la nuova serie. Ora che l’arte di Takahashi era stata meglio raffinata, il nuovo spettacolo sarebbe molto più nitido della serie precedente. Non ci sarebbe alcuna introduzione degli oggetti del Millennium o delle maledizioni: la serie salterebbe direttamente alla prima battaglia di carte di Yugi con Kaiba e poi saltare direttamente nell’arco del Regno del Duello. Inoltre, ci sarebbe un nuovo nome che sarebbe un costante promemoria di esattamente quale gioco di carte chiedere quando si va al negozio di giochi: yu-gi-oh! Duel Monsters!

Yu-gi-oh! Porta la follia della carta in America

Intorno al periodo yu-gi-oh! Duel Monsters stava iniziando a trasmettere in onda in Giappone, una società in America di nome 4Kids Entertainment stava cercando una serie per integrare il loro show di successo Pokémon . Preferibilmente uno che aveva tonnellate di potenziale di merce. Sono stati inclinati a questo nuovo gioco di carte che i bambini di tutto il Giappone stavano giocando ed erano entusiasti di scoprire che un anime per promuoverlo esisteva. Dopo alcune discussioni commerciali yu-gi-oh! Duel Monsters si è fatto strada in America semplicemente come yu-gi-oh!

Prima che tu potessi dire “È tempo di D-D-D-Duel”, i bambini in America volevano costruire il proprio mazzo di Yu-Gi-Oh! carte! A differenza del Giappone, la maggior parte delle persone lo ha definito semplicemente come “Yu-Gi-Oh! Gioco di carte. “Lo spettacolo è stato un grande successo per Kids WB e 4Kids Entertainment, la proprietà ha venduto milioni di carte e videogiochi. Tutto considerato, tutti hanno vinto alla fine. Bene, tutti tranne l’animazione TOEI e la loro unica stagione di yu-gi-oh!

L’eredità di Yu-gi-oh! “Stagione 0”

Nessuno può incolpare nessuno per il primo tentativo di adattare yu-gi-oh! che cade in faccia. Lo studio stava adattando materiale da un genere per cui non erano noti. Il manga non aveva ancora trovato la sua vera voce. Non c’era modo di sapere quanto sarebbero cambiate le priorità dell’autore manga e dei suoi redattori. Quando tutto è stato detto e fatto, ha provocato una serie che certamente non è male, ma non riflette ciò che la maggior parte delle persone associa a yu-gi-oh! così disconnesso da tutto ciò che sarebbe arrivato Successivamente, questa serie di single stagioni è stata soprannominata “Stagione 0” dai fan, per la sua mancanza di posto nell’universo più grande del franchise yu-gi-oh! .

Non ci sono mai stati tentativi di portare questo spettacolo negli Stati Uniti o in nessun’altra parte del mondo. Anche se Toei volesse concederlo in licenza, è dubbio che la società madre in franchising Konami avrebbe mai avuto interesse a ridimensionarlo. La serie rappresenta una versione del franchise che non è compatibile con ciò che gli spettatori guardano da due decenni. La serie è disponibile su YouTube. Ci sono problemi di sincronizzazione audio, quindi non è la migliore qualità, ma se sei interessato a vedere il vero inizio di yu-gi-oh! È un’esperienza di visione interessante.

Leggi anche  Attack on Titan: Falco's Jaw Titan, ha spiegato