Home Notizie sul gioco 10 momenti più terrificanti nei giochi non horror

10 momenti più terrificanti nei giochi non horror

0
10 momenti più terrificanti nei giochi non horror

Ci sono stati alcuni momenti da far rizzare i capelli nei giochi non horror. Ecco uno sguardo ad alcuni dei migliori esempi.

Per essere un videogioco di Star Wars, Knights of the Old Republic 2: The Sith Lords è un’esperienza sorprendentemente inquietante. Dal momento in cui il gioco inizia, i giocatori sono inondati da un palpabile senso di terrore. Si risvegliano all’interno di una remota struttura mineraria i cui abitanti sono stati quasi tutti massacrati.

Il momento più spaventoso, tuttavia, è quando il giocatore si trova faccia a faccia con Darth Sion. Quest’ultimo è un orribile cadavere ambulante con pochissima umanità. Quando Sion affronta il giocatore, la telecamera sposta l’angolazione su una lunga inquadratura di un corridoio tremolante, dove è appena possibile vedere una figura. Lentamente, la telecamera ingrandisce, rivelando il macabro cattivo. È una scena spaventosa, soprattutto per un bambino!

Il Museo della Stregoneria – Fallout 4

La serie Fallout è nota per dilettarsi in missioni secondarie a tema horror. In Fallout 4, i giocatori vengono inviati a indagare sul Museo della Stregoneria come parte della missione “Il diavolo è dovuto”. Dal momento in cui i giocatori arrivano sulla scena, è chiaro che qualcosa non va.

L’interno è scuro e fatiscente. Manichini inquietanti in varie pose sono sparsi per le stanze. Dall’alto si sentono strani rumori invisibili. L’immaginazione del giocatore può scatenarsi, non del tutto sicuro di cosa stia succedendo. Alla fine, quelle nebulose paure diventano realtà quando un gigantesco deathclaw si rivela essere il colpevole.

Il ragazzo del silenzio – Bioshock Infinite

Bioshock Infinite è un uccello di una piuma diversa nel suo stesso franchise. Ha abbandonato quasi tutti gli elementi horror che caratterizzavano le due voci precedenti a favore di uno stile più orientato all’azione. Una sezione del gioco, tuttavia, è sicuramente pensata per essere inquietante. L’esplorazione di Booker dell’oscura e inquietante Comstock House è l’unico segmento spaventoso in un gioco altrimenti non spaventoso.

Leggi anche  La serie animata Silver Surfer era un viaggio psichedelico attraverso il cosmo

Il nemico più inquietante incontrato in questo luogo è il Ragazzo del Silenzio. Dotati di un gigantesco corno al posto della testa, questi nemici non possono essere combattuti direttamente. Invece, avvisano gli altri nemici della posizione di Booker. Forse la scena più terrificante di tutte è quando Booker trova un Ragazzo del Silenzio in piedi proprio dietro di lui dopo aver sbloccato l’ascensore. Un lamento penetrante accompagna il jumpscare.

La scena del corridoio – Metal Gear Solid

Metal Gear Solid è uno dei videogiochi stealth più apprezzati di tutti i tempi. Nei panni di Solid Snake, i giocatori devono farsi strada furtivamente attraverso un enorme impianto nucleare mentre cercano di fermare una banda di spietati terroristi. È un thriller di spionaggio nella sua essenza, non uno spettacolo horror macabro.

Tuttavia, c’è una scena che in realtà è piuttosto spaventosa, per non dire violenta. Ad un certo punto, i fan assisteranno a un gruppo di cadaveri insanguinati sparsi in un corridoio. Un sopravvissuto gorgoglia “è un fantasma” prima di spirare. È sicuramente una delle scene più scioccanti e brutali del gioco, quella che costringe il giocatore a sedersi più vicino al bordo della sua sedia.

Man-Bat saluta – Batman: Arkham Knight

La galleria dei ladri di Batman contiene la sua giusta dose di stravaganti. In Arkham Knight, Batman affronta vecchi e nuovi nemici nell’ultimo capitolo della trilogia. Un cattivo, in particolare, fa il suo debutto nel modo più sensazionale possibile.

Nella trilogia di Arkham, il mezzo di trasporto principale di Batman è il suo rampino. È un’azione che verrà eseguita migliaia di volte durante una partita senza incidenti, cullando i giocatori in un falso senso di sicurezza. Questo finché Man-Bat non si libera. Quando ciò accade, la prossima volta che i giocatori si aggrappano a un tetto potrebbero ricevere una sorpresa assordante dal maniaco peloso.

Leggi anche  Recensione della Porta di Lemnis

La casa degli orrori – Skyrim

Molti aggettivi possono essere usati per descrivere The Elder Scrolls 5: Skyrim, ma “spaventoso” di solito non è uno di questi. Essendo un gioco di ruolo fantasy, i temi e le meccaniche del gioco non sono orientati a far sentire il giocatore vulnerabile e spaventato. Anzi, tutto il contrario. Il Sangue di Drago è immensamente potente, in grado di colpire qualsiasi nemico.

Tuttavia, la missione “La casa degli orrori” a Markarth evoca una sensazione di impotenza, per quanto fugace possa essere. Il giocatore è rinchiuso all’interno di una casa apparentemente infestata, che inizia a comportarsi in modo strano. I mobili vengono riorganizzati, le luci si affievoliscono e periodicamente si possono udire dei sussurri. Quindi, un martellante battito di tamburo suona mentre una voce maligna ordina al giocatore di uccidere il loro sfortunato compagno. È uno dei momenti più singolari del gioco, che purtroppo finisce troppo in fretta.

La sequenza dell’incubo – Max Payne

Nella serie Max Payne, il personaggio principale non è un uomo da prendere alla leggera. È un detective brizzolato, uno che è in grado di affrontare legioni di mafiosi e società corrotte. Max Payne si concentra principalmente sull’azione, ma ci sono anche molti momenti bui.

Un segmento raccapricciante del gioco vede Max attraversare il proprio incubo. I giocatori prendono parte ad azioni come camminare sul filo del rasoio su fili di sangue e seguire i suoni di un bambino che piange in una casa simile a un labirinto. È una sequenza strana, ma tende a essere abbastanza memorabile tra i fan.

Il vampiro di St. Denis – Red Dead Redemption 2

Red Dead Redemption 2 è un film western incentrato su fuorilegge e pistoleri. Gli elementi horror di forte impatto non sono in cima alla lista. Tuttavia, i giochi sviluppati da Rockstar non mancano di certo di stranezze e occasionali incontri inquietanti.

Leggi anche  Call of Duty: Warzone Stagione 6 Trailer Hypes Confronto finale tra Adler e Stitch

Uno di questi macabro episodio coinvolge un vampiro che si aggira per le strade di St. Denis. Dopo aver scoperto una serie di indizi, i giocatori possono affrontare il succhiasangue che banchetta sul collo di una sfortunata vittima. Quando viene stimolato, questo sosia di Nosferatu proverà a preparare il giocatore per il prossimo pasto.

The Moon – The Legend Of Zelda: Majora’s Mask

In genere, lo stile artistico della serie The Legend of Zelda non si presta bene a immagini macabre. Sebbene le avventure di Link siano piene di molti pericoli, in genere non c’è molto che giustifichi sentimenti di terrore.

The Legend of Zelda: Majora’s Mask rappresenta una piccola eccezione. Chiunque guardi la Luna ha un terribile spavento. La sua espressione è certamente macabra, con occhi grandi e folli oltre a un ringhio inquietante. È un’immagine difficile da dimenticare presto, certo.

Shalebridge Cradle – Thief: Deadly Shadows

Thief: Deadly Shadows, come tutta la serie, è un’esperienza incentrata sulla furtività. Tuttavia, un elemento che distingue Thief: Deadly Shadows dagli altri è il famoso livello “Robbing the Cradle”, un segmento pieno zeppo di pericoli sia reali che immaginari.

Navigare nella culla infestata di Shalebridge è un’esperienza intensa. L’edificio possiede una mente propria, costringendo gli spiriti dei suoi ex detenuti a vagare ancora una volta per i corridoi. L’iniezione di elementi survival horror in un gioco altrimenti incentrato sulla furtività coglie il giocatore alla sprovvista in maniera estremamente efficace.