Home Anime Dragon Ball: come il nome di Goku è collegato a Ultra-Instinct

Dragon Ball: come il nome di Goku è collegato a Ultra-Instinct

0
Dragon Ball: come il nome di Goku è collegato a Ultra-Instinct

Goku è uno dei personaggi più iconici della finzione e probabilmente il carattere anime più riconoscibile di tutti i tempi. L’influenza di Dragon Ball di Akira Toriyama su varie strade della cultura e dei media popolari; Tuttavia, non è proprio l’attenzione qui, ma piuttosto, il suo uso interessante, a volte sciocco, a volte sconsiderato e talvolta incredibilmente ispirato dei concetti esistenti per aiutare a compilare l’universo Dragon Ball .

In Dragon Ball Super , la serie supervisionata da Toriyama con storia e arte del fan per tutta la vita Toyotaro, il risultato più notevole di Goku – oltre a quello di salire alla divinità letterale – è la sua ipotesi Uno stato speciale durante il combattimento: Ultra Instinct. Ciò che la maggior parte dei fan della serie non si rende conto è che l’elevazione di Toriyama e Toyotaro delle capacità di Goku attraverso questo metodo è letteralmente nel tessuto stesso del personaggio di Goku – Ultra Instinct è forse la massima forma di Goku, e questo è supportato dall’idea che in realtà sia l’idea scritto nel suo stesso nome. Ecco come.

Nomenclatura

Prima di tutto, per capire ogni aspetto, dobbiamo riportare le cose alla loro fonte. Nel giapponese originale, Goku viene definito “Son Goku”, che è scritto 「猻悟空」 ed è il nome giapponese di “Sun Wukong”, il leggendario re delle scimmie del romanzo cinese del XVI secolo, Viaggio verso il West . I fan di Dragon Ball sono ben consapevoli del fatto che la più grande ispirazione di Toriyama per Goku come personaggio è Sun Wukong. In effetti, Journey to the West e Sun Wukong sono in parte il motivo per cui Goku è stato introdotto come un ragazzo con una coda – la coda era un organo vestigiale che Dragon Ball come a La narrazione prese dal suo proverbiale antenato, Journey to the West . La grande trasformazione della scimmia tra gli altri ha anche finito per avvicinare Dragon Ball alla sua ispirazione, poiché Sun Wukong ha acquisito la capacità di cambiare la sua forma (molte, molte volte) e superare la morte (anche molte volte).

Sun Wukong è nato da una pietra magica che era seduta in cima alla montagna di fiori e frutta. La pietra ricevette energie yin e yang e poteva quindi produrre vita, con un uovo di pietra che emerge da essa. Quando il vento soffia sull’uovo, è nata una scimmia che può già strisciare e salire, con raggi dorati che gli emanavano dagli occhi. Le travi sussultano l’imperatore di giada, che manda le persone a indagare, ma quando la scimmia viene alimentata, la luce si muore presto e l’imperatore di giada decide che la scimmia non è nulla di speciale.

Origine del re delle scimmie

Sun Wukong è il primo nome concesso a questo personaggio, dato a lui dal suo primo maestro, Subodhi, uno dei dieci discepoli del Buddha. Il nome è un gioco di parole glorioso, poiché la forma scritta del cognome cinese “Sole” 「孫」 (come nel Sun Tzu) differisce solo dal “Sole” in Sun Wukong a causa di un singolo radicale, 「犭, che viene riferito come “Radical Dog Radical” ma in realtà indica gli animali in generale e si trova in vari kanji che si riferiscono agli animali. “Sole” in questo caso invoca il concetto di “scimmia”, sia figurativa che letterale.

Leggi anche  Cose che solo i lettori di manga sanno del pilastro d'amore di Demon Slayer

Questo perché la parola per la scimmia era 猢猻, pronunciata “husun” – al contrario del “nipote” nel caso del cognome, che era dovuto al senso dell’umorismo di Subodhi. Ciò che è veramente folle su questo è il fatto che può essere visto come un’aggiunta letterale di una coda al cognome solare – quindi l’equivalente calligrafico di aggiungere una coda al proprio nipote – che descrive la relazione di Subodhi con Sun Wukong, ma denota anche Sun Wukong’s Identità come una vera scimmia e la prima vita di Goku del parallelo con il nonno Gohan.

Quello consapevole

La parte “Wu” di “Wukong” è scritta con il Kanji 悟 e in giapponese, questa è la parte “Go” del nome di Goku. I fan lo riconosceranno perché era il simbolo del GI di Goku durante gli eventi della saga di Frieza. È la radice kanji nel verbo e il nome “satoru”, la parola radice del concetto buddista Zen di “satori” – 悟り, letteralmente “illuminazione”. Satoru viene comunemente tradotto in “conoscere o capire”; Tuttavia, “-Toru” in questo caso significa “ottenere”, e quindi “Go” in “Goku” si riferisce al concetto di raggiungere l’illuminazione nella tradizione buddista Zen.

È interessante notare che “Satori” esiste in tandem con il concetto di “kensho” – 見性, letteralmente “comprendendo il proprio sé vero”. Satori è un’esperienza profonda di Kensho, e quindi, un passo oltre l’intuizione iniziale che è Kensho. Ad ogni passo, Goku ha dovuto padroneggiare una forma, solo per scoprire che c’era qualcosa di più oltre.

Alza lo sguardo nel vuoto

Il kanji finale nel nome, 空, è forse il più comunemente usato del lotto. Il suo solito uso invoca il concetto del cielo e dei cieli, con la pronuncia giapponese comune “Sora”, che significa letteralmente il cielo. Tuttavia, è anche pronunciato “kuu” in alcuni contesti, come in “kuuki” (“atmosfera” in senso sociale, ma anche l’aria letterale “) o il famoso archetipo di Kuudere. La pronuncia “kuu” porta un’interessante connotazione – quella di “void” o “vuoto”, che è anche il legame tra i nomi di no gioco no vita protagonisti Sora e Shiro, così come il nome della loro squadra “Kuuhaku” – tradotto in “vuoto”. “Kuuhaku” è, allo stesso tempo, in realtà un portmanteau dei loro nomi.

Ad ogni modo, tutti insieme, “Goku” può essere inteso nel significare “risveglio al vuoto”, o addirittura “consapevolezza della vacuità”. Quindi, “Son Goku” e “Sun Wukong” sono entrambi “nipoti di scimmia che diventano consapevoli della vacuità”. Il concetto di vuoto invocato dal “kuu” kanji, dato che si riferisce anche al grande vuoto che è il cielo, è suonato in nome di Goten, dove il kanji 天, che significa “cieli” è usato al posto di ” vuoto “, ma invoca la stessa idea del cielo, anche se un po ‘più direttamente. Questo kanji, pronunciato “dieci” in giapponese, è usato nella parola “Tengoku” (come, paradiso il luogo) e in realtà è la base del nome del personaggio di supporto, in cui il kanji è effettivamente pronunciato in mandarino, piuttosto che giapponese. Questo si presta anche a lui a volte che viene chiamato “ dieci-s hinhan” invece di “ tian-s hinhan”, sebbene il nome provenga in realtà dal piatto giapponese-cinese noto come tenshinhan (a volte tenshindon ).

Leggi anche  Boruto: i modi in cui la modalità baryon è il potere più forte di Naruto

Come prima, dobbiamo riportare il nome della tecnica al giapponese originale, quindi di volta in volta, l’Ultra Instinct autonomo sarà definito “ Migatte no Goku’i “, scritto in Kanji come 「身勝手 の 極意」. Per comprendere la nomenclatura, deve essere suddivisa e le sue parti operative analizzate. Senso figurativo, ma può anche essere in senso strettamente anatomico. Questo personaggio può avere varie connessioni astratte e letterali al concetto di cui sopra, con alcuni usi che invocano anche concetti come la persona o il proprio io (principale).

Come egoista

Il seguente kanji in migatte no gokui è 「勝] -” katte ” – ma” gatte “in questo caso, poiché il suono viene modificato se usato in combinazione con un altro carattere. Questa parte si traduce direttamente in “egoismo”, e i fan che guardano il loro anime sotterraneo sentiranno spesso personaggi dire qualcosa come “ katte na koto suu na” (simile a “non andare a fare qualcosa sul tuo Ottenere l’Accendi “) quando qualcuno viene sfacciato o agisce impulsivamente; o “ jibun katte” (l’interesse personale).

Questo kanji non viene necessariamente con la connotazione negativa della solita traduzione dell ‘”egoismo”, anche se un uso comune è nel contesto dell’egoismo o di essere autoassorbiti. Insieme al precedente Kanji, la parola completa “Migatte” può tradursi in “la seflosità/egocentrismo del corpo”, cioè l’autonomia del corpo. L’abilità ultra ego di Vegeta è una sovversione di questo concetto di egocentrismo, con la “wagamama no goku’i” giapponese ” invocando” autoindulgenza “, a causa dell’incapacità di Vegeta di sottoporsi alla morte dell’ego richiesta per Ultra Instinct.

Estremità dei segreti

L’aspetto “Goku’i” è tradotto in “segreto”, nel senso che è il fattore essenziale nell’argomento invocato. Per quanto abbia una somiglianza fonicale con “Goku” all’orecchio non allenato, non è scritto con gli stessi personaggi, né trascina fuori l’ultima sillaba. 「極」, pronunciato “kyoku” da solo, può essere inteso come “estremità”; Tuttavia, è più comunemente pronunciato “-goku” in quanto tende ad essere associato ad altri kanji nel contesto. In questo contesto, “-goku” (come in “Sugoku”-“molto”) può essere visto come “molti”; un aumento dell’argomento prima di esso.

I seguenti kanji, 「意, pronunciati” -i “in questo caso, sono generalmente usati in parole relative al significato, all’intenzione o alle idee; Tuttavia, è anche il kanji operativo in vari concetti associati al “cuore” figurativo. È; Tuttavia, uno dei vari kanji dall’aspetto simile che si riferisce al cuore in senso figurativo; Tuttavia, questo è meglio inteso come l’invocazione del “cuore” nel suo senso figurativo in cui il suo contesto sta evidenziando il concetto del cuore come il nucleo o qualcosa del genere, l’elemento fondamentale al lavoro all’interno dell’argomento a cui si fa riferimento. Parole come 意志 – “Ishi” (come in, la “volontà”) usano questo kanji in vari modi, molti dei quali sono correlati.

(Autonomo) ultra istinto

In effetti, migatte no goku’i può essere compreso per significare qualcosa di simile a “ il segreto del corpo egoista/egocentrico” , e in questo stato, un combattente è capace di impegnarsi in un combattimento efficace senza pensare. Si basa sul concetto di arti marziali di 無心 “ mushin” che può letteralmente tradursi in “nessuna mente”. È un accorciamento di “ mushin no shin” (lett. “Mente senza mente”) ed è scritto con il kanji “mu” che indica la negazione o più direttamente, “senza” e “stinco “, I kanji usati nel termine biologico per il cuore in giapponese,” Shinzo “, ma implica anche un cuore figurativo o meglio, un ego.

Leggi anche  Tokyo Revventators: Età, altezza e compleanno di ogni personaggio principale

È interessante notare che la parte “autonoma” nella traduzione inglese è stata inserita lì per rendere il movimenti per le labbra di Dubbing in forma di Beerus; Tuttavia, fa anche un ottimo lavoro nel tradurre “Migatte” in un concetto accessibile ai parlanti inglesi. Come accennato in precedenza, il “GO” in Goku si riferisce a un “ulteriore intuizione”, che si correla al fatto che i combattenti che raggiungono l’Ultra Instinct devono prima ottenere la trasformazione, il “segno ultra istinto” incompleto, prima di raggiungere il perfetto istinto Ultra Autonome .

Come con Ultra Instinct, Mushin è raggiunto solo da un artista marziale quando possono liberare la loro mente dal pensiero, emozione ed ego. Vi è una netta mancanza di pensiero o giudizio e, di conseguenza, gli artisti marziali che raggiungono questo stato sono notevolmente diversi dai loro soliti sé, ma non operano necessariamente dal punto di vista di una particolare entità. Sono privi di ego in quello stato, i loro corpi che operano solo attraverso l’istinto. Questo vuoto della mente è ciò che il nome “Goku” si stabilisce effettivamente. È, per mancanza di un modo migliore per enfatizzarlo, il completamento del proverbiale viaggio a ovest.

999

Il viaggio di Son Goku, è quindi il viaggio verso la vera illuminazione e un risveglio al vuoto – la porta iniziale a questo è la prima trasformazione di Super Saiyan, e il raggiungimento di questo, è il perfezionato fenomeno Ultra Instincon. In Dragon Ball , le forme più potenti di Goku hanno spesso portato un elemento più calmo, ma incredibilmente selvaggio, a Goku che è spesso espresso in una voce severa, burbero e più cupo comportamento in generale. Queste forme erano sempre radicate nella bestia di Goku all’interno. Questo è stato vero per i Super Saiyans 3 e 4, così come Ultra Instinct. Nel manga di Dragon palla super , l’istinto ultra è descritto come la coalescenza delle varie tecniche di ogni singolo insegnante che Goku abbia mai avuto L’ultimo concetto di arti marziali che Goku abbia mai conosciuto, in un’espressione singola, impeccabile e senza sforzo non di volontà, ma di puro istinto e i risultati di una vita di formazione rigorosa.

Ultra Instinct, quindi, probabilmente è il raggiungimento di ciò che Toriyama aveva preparato per Goku molto tempo fa – per far diventare Goku così potente nella sua forma di base che le sue trasformazioni sono rese nulle (e vuote) – ma è anche un callback per il Origini delle arti marziali del franchise di Dragon Ball. Dopo essersi svegliato alla vacanza, il figlio Goku non è andato oltre – con questa tecnica, Goku ha finalmente raggiunto il suo destino. Se si dice che la prima trasformazione di Super Saiyan di Goku sia uno dei momenti più grandi e significativi in ​​ Dragon Ball come narrativa, Ultra Instinct è l’unica cosa che potrebbe, forse, essere più importante, più significativa a Goku come personaggio.