Home Notizie sul gioco Rosemary’s Baby e Suspiria hanno davvero molto in comune

Rosemary’s Baby e Suspiria hanno davvero molto in comune

0
Rosemary’s Baby e Suspiria hanno davvero molto in comune

Rosemary’s Baby e Suspiria, due film sulla stregoneria, hanno ancora più cose in comune di quanto sembri

A parte entrambi i film che hanno un sottotesto artigianale, sia Suspiria che Rosemary’s Baby possono anche essere classificati in un sottogenere dell’horror soprannaturale, oltre a essere ulteriormente denominati nel sottogenere del body horror. L’acquisizione dei corpi di entrambe le donne da parte delle congreghe in ogni film è dare vita. In Rosemary’s Baby, il corpo femminile è curato per portare una nuova vita nel mondo attraverso l’utero; nell’altro, il corpo giovanile della donna è necessario per ringiovanire la vita di una strega più anziana.

Sebbene Suspiria sia facilmente riconoscibile come un sottogenere del body horror, lo è anche Rosemary’s Baby, poiché entrambi trasformano il corpo umano in un veicolo del male. Suspiria utilizza il corpo della donna attraverso la danza. Lo spettatore può assistere all’orrore del corpo esterno mentre vede le contorsioni del ballerino e sente lo spezzarsi e lo schioccare delle ossa mentre il corpo serve a trasformarsi. In Rosemary’s Baby, l’orrore del corpo è interno poiché si svolge all’interno degli organi riproduttivi della donna. L’orrore corporeo potrebbe non essere così ovvio in questo film come in Suspiria; tuttavia, è prevalente. Lo spettatore assiste all’orrore del corpo con Rosemary durante una sequenza onirica mentre viene impregnata dal diavolo. L’orrore del corpo continua mentre lei si contorce dal dolore mentre il bambino demone cresce dentro di lei.

Le ambientazioni di entrambi i film horror sono simili e coerenti con il genere dei film horror soprannaturali: Rosemary’s Baby si trova in un vecchio condominio gotico e Suspiria è ambientato in un antico palazzo gotico Teatro. Alti soffitti con legno scuro antico sostengono le stanze, immagini spettrali adornano le pareti e molte stanze buie con armadi proibiti, che conducono a passaggi segreti, sono condivise da entrambi i film. L’illuminazione è tutta oscurata e le ombre seguono ogni movimento. Gli armadi in questi due film che fungono da portale fisico per il male sono piuttosto diffusi in tutto il genere del film horror: il seminterrato in cui lo spettatore urla al personaggio dall’entrare, le stanze segrete in tutta la casa e l’attico che ospita tutti i segreti oscuri riempiono l’ambientazione di molti film horror.

Leggi anche  Discord è ora utilizzabile su console Xbox grazie all'ultimo aggiornamento del browser

Entrambi i film coinvolgono personaggi alla ricerca della celebrità, ed è questa ricerca che le streghe possono manipolare. In Rosemary’s Baby, Guy ottiene la sua possibilità di diventare una celebrità quando l’attore principale nella commedia diventa cieco, proprio come in Suspiria quando Suzy ottiene il ruolo da protagonista nel recital di danza perché il un altro ballerino si ammala. Naturalmente, le congreghe sono responsabili di questi movimenti. Le sequenze oniriche in entrambi i film rivelano la verità nascosta della malvagità all’interno. In ogni film c’è un’anticipazione di un evento e le somiglianze tra la scena della festa finale in Rosemary’s Baby e la scena del ballo finale in Suspiria, dove tutte le streghe si riuniscono , sono abbastanza simili nei rituali che hanno luogo.

Mentre Rosemary’s Baby ha poco sangue, lo stesso non si può dire di Suspiria, che è carica di sangue e violenza. Inoltre, una differenza nella presentazione di creature spaventose separa questi film. Suspiria ha molte immagini di creature mostruose come la vecchia strega introdotta alla fine del film. Rosemary’s Baby presenta solo immagini limitate di una tale creatura quando fa sesso con il diavolo; lo spettatore vede le mani e le unghie e solo brevi immagini del volto del diavolo, ma non di più.

Il pubblico potrebbe sentirsi un po’ tradito dalla fine del film quando il bambino sta per essere presentato. L’attesa di come sia questa creatura è abbastanza palpabile, ma il bambino non viene mai visto. Quando Rosemary urla: “Cosa gli hai fatto, cosa hai fatto ai suoi occhi?” lo spettatore si aspetta di vedere ciò che vede. Questa è una trasgressione della presunta componente generica di un film horror in cui l’apparizione del mostro è inevitabile; questa volta, lo spettatore è spaventato senza sangue né violenza. La visione della creatura è lasciata all’immaginazione del pubblico.

Leggi anche  Pokemon: il 15 pokemon più difficile da evolversi in spada e scudo (post DLC)

Entrambi i film hanno lo scopo di spaventare lo spettatore e hanno successo in modi diversi. Entrambi i film parlano di stregoneria e diavoli, un tema che richiede molta sospensione delle convinzioni, ma Suspiria è più comprensibile dell’altro. A causa della mancanza di effetti speciali e dell’assenza di personaggi spaventosi, Rosemary’s Baby dà più un senso di accettabilità. Questo film integra anche icone e idee religiose nella trama, il che rende la trama più facile da digerire grazie alla loro familiarità con lo spettatore. Alla fine, Rosemary’s Babyha influenzato un afflusso di film horror e soprannaturali, e merita tutto il riconoscimento che ottiene