Home Notizie sul gioco Logitech G ospita la competizione Adaptive Esports per i giocatori con disabilità

Logitech G ospita la competizione Adaptive Esports per i giocatori con disabilità

0
Logitech G ospita la competizione Adaptive Esports per i giocatori con disabilità

Logitech G, AbleGamers e altri partner annunciano The Adaptive Esports Competition con tornei Rocket League per giocatori con disabilità.

Logitech G, un marchio noto per le sue periferiche di gioco per PC e console, ospita una competizione di Adaptive Esports “prima nel suo genere”. In collaborazione con Logitech G ci sono diverse organizzazioni che supportano i giocatori con disabilità, come The AbleGamers Charity, Adaptive Action Sports, Beyond Entertainment, Challonge e Mount Sinai Health System.

L’evento principale vedrà la partecipazione di giocatori di tutto il mondo in un torneo 2v2 a eliminazione diretta Rocket League, dove un montepremi di $ 20.000 attende i vincitori. Vale la pena notare che mentre l’evento in corso è il primo Logitech G Adaptive Esports Competition aperto al pubblico, l’azienda ha ospitato un evento solo su invito tenutosi l’anno scorso. Tuttavia, vista l’accoglienza positiva del suddetto torneo, Logitech G e i suoi partner hanno deciso di aprire la competizione al pubblico, offrendo ai giocatori con disabilità una piattaforma per competere.

Logitech G ha ospitato tre partite di esibizione per consentire ai partecipanti di esercitarsi prima del torneo principale in vista dell’evento principale. Queste esibizioni si sono svolte nell’agosto 2021 ed erano una competizione Rocket League a eliminazione diretta 2v2, in cui i vincitori hanno ricevuto attrezzatura Logitech G e premi in denaro. Il torneo Logitech G Adaptive Esports Rocket League è suddiviso in tre eventi uno per i giocatori in Europa, un altro in Nord America e uno per coloro che vivono in Asia-Pacifico.

L’obiettivo principale dell’Adaptive Esports Competition di Logitech G è fornire una piattaforma per consentire ai giocatori con disabilità di competere. Vale la pena ricordare che uno dei partner di Logitech G per l’evento, l’AbleGamers Charity, è noto per la sua missione di combattere l’isolamento sociale attraverso i videogiochi. Per anni, l’organizzazione AbleGamers ha raccolto con successo fondi e consapevolezza e ha persino chiesto l’aiuto di celebrità famose come Ryan Reynolds. Nell’aprile di quest’anno, Brie Larson ha anche collaborato con AbleGamers per sensibilizzare e mostrare il suo sostegno per migliorare l’accessibilità e consentire a più persone con disabilità di giocare ai videogiochi.

Leggi anche  10 anime magiche che tutti dovrebbero guardare

Dato che i videogiochi offrono ai giocatori con disabilità l’opportunità di combattere l’isolamento sociale connettendosi con altre persone, eventi come l’Adaptive Esports Tournament ospitato da Logitech G, AbleGamers e dai suoi partner, fanno luce sulla necessità di una comunità di gioco più inclusiva. Sfortunatamente, nonostante i videogiochi siano popolari tra le persone con disabilità, poche competizioni pubbliche di eSport sono progettate specificamente per la comunità. Tuttavia, Logitech G e i suoi partner stanno cercando di colmare questa lacuna fornendo una serie di concorsi sicuri e inclusivi a cui le persone con disabilità possono partecipare e divertirsi.